Forme di pubblicazione sui Fashion Magazine. Advertising & Fashion Editing

ARTICOLO N.2 #advertisingspaces #storytelling

Fashion Advertising.

12032856_10205340654218060_2283391718064120776_o
Photo by Paolo Manzini

E’ una forma di comunicazione di massa usata per creare consenso intorno alla propria immagine o per conseguire i propri obiettivi di marketing. L’utente è il destinatario.

Gli spazi sono a pagamento.

 

Lo storytelling.

L’arte del raccontare storie è una strategia di comunicazione persuasiva che, rispecchiando l’indirizzo e l’opinione di una testata giornalistica, è in grado di creare empatia con il lettore, coinvolgendolo ed emozionandolo. Il lettore non è il semplice destinatario del racconto, ma può riconoscersi nella storia raccontata ed immedesimarsi in essa.

Le pagine (da 3 a 10) concesse ma non garantite dagli editori sono per lo più gratuite mentre le cover sono indicativamente a pagamento, salvo eccezioni.

Il posizionamento di una foto dello storytelling sulla cover è comunque subordinato all’attinenza del tema dell’editoriale con quello proposto dall’editore.

OM20IssueSD (1)-122
Editorial on Obscurae Magazine _ Photo by Daniele Sabatino

 

Fashion Editor.

E’ un visual advertiser che si occupa di confezionare lo storytelling coniugando le peculiarità delle risorse coinvolte e pubblicizzate, con i temi proposti dal magazine ed il target di riferimento, in modo che sia possibile uno scambio reciprocamente proficuo e vantaggioso tra la storia raccontata nel servizio fotografico e gli indirizzi della rivista.

Le pubblicazioni sulle varie testate giornalistiche, il relativo posizionamento, il numero delle pagine dedicate, i crediti del team e degli outfit contenuti nell’editoriale,  dipendono dal fashion editor.

P.S. Per seguire anche dai social tutti gli articoli di questo blog, clicca “mi piace” sulla pagina GLAM PRESS.

Paola Glam

www.limglam.com

limglam.collaborazioni@yahoo.it

Annunci

La Fashion Photography che crea tendenza. Il perché degli Editoriali.

intestazione

ARTICOLO N.1 #fashioneditingisthenewblack

TARGET Mi rivolgo a stilisti, boutique, showroom e designers di gioielli ed accessori – anche emergenti, a cui è data la possibilità di promuovere l’immagine dei propri prodotti/attività, tramite pubblicazioni editoriali in riviste di mod e magazine internazionali.

Il team di un Fashion Editor opera in armonia globale attraverso scelte condivise di progetti fotografici a tema, in linea con le tendenze, gli influencers ed i mood proposti dagli editori, pur conservando la propria autonomia e capacità di iniziativa professionale.

Nei servizi fotografici mirati ad una pubblicazione editoriale, sia in studio che in location, al fashion editor/art director si affiancano professionisti del settore: fotografi, stylists, modelle, makeup artist, hair stylists formulando di volta in volta un coworking che garantisca sistematiche pubblicazioni mensili su testate periodiche.

Alla formula esclusiva dello storytelling delle pubblicazioni editoriali (per lo più’ multibrand), frutto di sinergie professionali dove convergono tutte le forme d’arte della fashion photography, si affacciano aziende interessate a produrre, head hunters e, non in ultimo, il pubblico interessato ad acquistare un prodotto o un servizio.

Il fashion editorial, fruibile da tutto il mondo tramite riviste di moda in cartaceo ed in digitale, costituisce – al momento – il metodo più’ efficace per promuovere la qualità della propria arte, grazie alla possibilità di confronto ed affiancamento ai mostri sacri della moda.

P.S. Per seguire anche dai social tutti gli articoli di questo blog, clicca “mi piace” sulla pagina GLAM PRESS.

Paola Glam

www.limglam.com